Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Consiglio PDE - EDP: Rifondare l'Europa

Soazig de la Moissonnière

Si è svolto a Roma l' 1 dicembre il Consiglio del Partito Democratico Europeo, guidato da Francesco Rutelli e da François Bayrou. Le discussioni sul manifesto per le elezioni europee del maggio 2014 sono state molto interessanti e ricche di contenuti. Il PDE ​​difenderà l'idea di rifondare l'Europa, al fine di risolvere il "paradosso europeo": mai la necessità per l'Europa è stata così alta, al fine di proteggere le nostre democrazie, il nostro lavoro, le nostre culture, e mai il popolo europeo è stato così diffidente.

“C'è un abisso e questo abisso porta ad una rivolta silenziosa".

Per Francesco Rutelli, l'Europa deve uscire dalla "trappola populismo / tecnocrazia". "Noi difendiamo l'idea di istituzioni affidabili e chiare. C'è molto da fare, perché sono illeggibili dai cittadini. Coloro che sono responsabili rimangono sconosciuti e questa situazione crea gli innumerevoli movimenti nei nostri Paesi che, anche i più filo-europei, si trovano ad affrontare " - ha dichiarato François Bayrou - perché "la mancanza di comprensione si traduce in rifiuto". Secondo l'europarlamentare e segretario generale dell'EDP Marielle de Sarnez, "se vogliamo ripristinare la loro fede nell'idea europea, in un'Europa efficiente, gli europei devono decidere le politiche che desiderano".

Rafforzare la democrazia europea prevede l'elezione del presidente dell'Ue da parte dei cittadini. Questo presidente dovrebbe combinare le competenze della Commissione e del Consiglio dei presidenti. L'ex il Commissario Pavel Telicka ha sottolineato la necessità per il prossimo Presidente della Commissione di risolvere la questione con una Commissione più politica. Vice-Segretario Generale dell'EDP, Luigi Cocilovo ha detto che "il salto verso una necessaria Europa democratica" significa che probabilmente dovremmo scendere a compromessi".

La rifondazione europea deve essere portata avanti per risolvere due questioni democratiche: quali sono i soggetti di intervento efficaci dell'Unione e qual'è il posto che effettivamente devono occupare i cittadini all'interno dell'UE.

La sussidiarietà deve essere ripensata perché "l'Unione europea dovrebbe concentrarsi sulla fondamentale piuttosto che sulla periferica", come ha detto Marielle de Sarnez. Secondo lei, la priorità fondamentale è la salvaguardia del modello sociale europeo, la ripresa economica grazie alla produzione e ridefinire il significato della concorrenza, la transizione verso una Green Economy, riducendo le disparità regionali, attraverso la convergenza sociale, fiscale e ambientale.

Il documento di lavoro sul Manifesto è in fase di esame da parte dei delegati PDE/EDP e verrà adottato nelle prossime settimane. La designazione di un candidato alla presidenza della Commissione avverrà nel mese di febbraio, durante il prossimo Consiglio del PDE

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE