Iscriviti alla nostra newsletter Le nostre ultime newsletter

Gli eurodeputati del PDE ci spiegano perché hanno scelto di lottare per l'Europa

Le lingue, le culture, le differenze regionali e le iniziative locali devono essere rispettate poiché sono la risorsa più potente dell'Europa.

Il noleggio di camion senza frontiere: l’agevolazione del trasporto su strada

Close-up of the front of three vans parked outside a commercial activity.

Questa settimana, il Consiglio e il Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo a distanza di quattro anni e mezzo dalla pubblicazione della proposta della Commissione relativa alla direttiva sui veicoli noleggiati, nell’ambito del pacchetto mobilità I. Questo accordo prevede l’uso di veicoli noleggiati in un altro Stato membro per almeno due mesi consecutivi in qualsiasi anno di calendario per permettere alle imprese di soddisfare picchi di domanda momentanei o stagionali e di sostituire veicoli difettosi o danneggiati. Questa legislazione consente inoltre l’impiego di veicoli più sicuri e puliti, in linea con gli obiettivi ambizioni del Green Deal.

L’eurodeputata basca Izaskun Bilbao Barandica, relatrice ombra del gruppo Renew Europe nella commissione parlamentare per i trasporti (TRAN), ha affermato: “Questo accordo è il risultato di un tentativo di conciliare due interessi legittimi e fondamentali per l’UE, ovvero la competitività dell’Unione e la sicurezza stradale. Gli autotrasportatori che lavorano con veicoli noleggiati noteranno la diminuzione dei propri costi operativi e acquisiranno la flessibilità di cui hanno bisogno per migliorare i propri servizi ai clienti. Di conseguenza, miglioreranno anche la qualità del servizio e i prezzi. Ci siamo assicurati che le autorità pubbliche, che necessitano di risorse per il mantenimento delle strade, non saranno condizionate dall’uso sul proprio territorio di veicoli noleggiati e immatricolati in altri Stati membri”.