Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Il PDE esprime la sua piena solidarietà alla Repubblica di Cipro

Il PDE esprima la sua piena solidarietà alla Repubblica di Cipro, paese membro dell’UE dal 2004, nonché alla Grecia e sostiene la posizione adottata dal Consiglio dell’UE e più recentemente dal Parlamento europeo nella sua risoluzione del 13 marzo 2019 sulla relazione 2018 della Commissione sulla Turchia (2018/2150(INI)).

Condanna in particolare le continue azioni illegali del governo turco nel Mediterraneo orientale e nel Mar Egeo e chiede a quest'ultimo di cessare tali azioni e di rispettare i diritti sovrani di Cipro di esplorare e sfruttare le sue risorse naturali conformemente alle norme UE e al diritto internazionale.

Il PDE nota con rammarico che la previa risoluzione del Parlamento europeo del 13 novembre 2014 sulle azioni illegali della Turchia che creano tensioni nella zona economica esclusiva di Cipro è stata completamente ignorata dalla Turchia. Il PDE ribadisce la sua richiesta al governo turco di rispettare pienamente i diritti sovrani di tutti gli stati membri in conformità in conformità dell'acquis dell'UE e del diritto internazionale.

Per quanto riguarda la situazione a Cipro, una soluzione europea implica necessariamente il ritiro dell'esercito e dei coloni turchi nonché l'abolizione del sistema di garanzie da parte degli stati che sono coinvolti, un sistema che in passato ha aperto la strada all'intervento militare.

Temi correlati

IED YDE