Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Profili complimentari per gli eurodeputati democratici

European Parliament

Lo scorso maggio sono stati rieletti due eurodeputati del PDE: Izaskun Bilbao Barandica e Ulrike Müller, e otto deputati sono stati eletti al Parlamento europeo. Presentano tutti dei profili complementari.

Ulrike Müller, originaria della Germania, è produttrice lattiero-casearia e politica a livello locale e regionale da quasi 25 anni. È profondamente radicata nella sua comunità e fortemente impegnata nell’elaborazione di politiche di cui beneficeranno i cittadini di tutte le regioni dell’UE. Durante il suo secondo mandato al Parlamento europeo, proseguirà con il suo lavoro in seno alle commissioni per l'agricoltura e per l’ambiente e la commissione per le petizioni per rafforzare la voce dei cittadini nella politica europea.

Izaskun Bilbao Barandica, dei Paesi Baschi, si preoccuperà altresì di seguire i temi dei trasporti, della pesca e delle strategie industriali. In tal modo essa continuerà ad impegnarsi a rafforzare le relazioni con i paesi della Comunità andina seguendo da vicino il processo di pace in Colombia.

Engin Eroglu , neoeletto in Germania, vuole un’Unione europea di libertà e per i cittadini. Per lui il principio di sussidiarietà è della massima importanza. In seno alla commissione ECON, l’ex banchiere e direttore di un’agenzia immobiliare si adopererà per rafforzare il principio del no bail-out. Per lui, l’autoresponsabilità finanziaria degli Stati membri è la chiave del successo dell’UE.

Sylvie Brunet sostiene una dimensione sociale dell'Europa. Gli argomenti principali che affronterà saranno: "la revisione dei regolamenti di coordinamento della sicurezza sociale, il secondo atto della direttiva sui “lavoratori distaccati” per il trasporto stradale, gli investimenti europei nel settore della formazione e dell’accompagnamento alle transizioni tecnologiche ed ecologiche". È membro della commissione per l'occupazione e gli affari sociali e della commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere al Parlamento europeo.

Marinaia e poi giornalista, Catherine Chabaud è una pioniera nello sviluppo sostenibile. Continuerà a presentare al Parlamento europeo temi che le stanno a cuore: oceano, ambiente, clima... Ora è diventata membro della commissione per lo sviluppo.

Laurence Farreng metterà a frutto la sua esperienza in materia di questioni territoriali per garantire lo sviluppo delle relazioni degli enti locali con l'Europa. È membro della commissione per la cultura e l'istruzione.

Christophe Grudler si preoccuperà altresì di seguire i temi delle strategie industriali - nazionali ed europee, del clima e delle buone pratiche ambientali, nonché dell'attuazione di una vera politica europea dello spazio. Il suo primissimo lavoro verterà sul “pre-accordo commerciale con i paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Uruguay, Paraguay), con l'obbligo di rispettare l'accordo di Parigi sul clima". È membro della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Marie-Pierre Vedrenne ha una perfetta padronanza delle questioni di politica commerciale dell'Unione europea. Promuoverà l'importanza dell'Europa nella vita quotidiana dei suoi cittadini. È vicepresidente della commissione per il commercio internazionale e membro della commissione per le petizioni.

E Corina Creţu, commissario europeo per la politica regionale dal 2014 al 2019 ed ex Vicepresidente del Parlamento europeo; e Mihai Tudose, ex primo ministro rumeno.

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE