Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Verso un’agricoltura ecocompatibile e orientata al mercato

Lunedi 1° aprile, la Commissione per l’Agricoltura del Parlamento europeo ha adottato la prima relazione sull’organizzazione comune dei mercati. Il giorno successivo, dopo diverse ore di dibattito, la Commissione per l’Agricoltura ha votato a favore della seconda relazione sull’orientamento futuro della politica agricola comune (PAC). La terza relazione sul “regolamento orizzontale” della PAC (finanziamento, gestione e controllo) sarà sottoposta al voto l’otto aprile.

La futura PAC ambisce a un’agricoltura maggiormente orientata verso il mercato e più rispettosa dell’ambiente. Essa sarà più equa, più semplice e più flessibile. 

L‘eurodeputata tedesca Ulrike Müller, relatrice e portavoce della Commissione per l’Agricoltura per il suo gruppo parlamentare ADLE, vuole accertarsi che l’amministrazione operi in modo trasparente e senza conflitto di interessi. Propone una riduzione della burocrazia e una più chiara ripartizione dei compiti all’interno degli Stati membri. Ha dichiarato: « Dobbiamo ricompensare dignitosamente gli agricoltori che rendono servizio alla comunità. Essi forniscono un’alimentazione di una qualità senza precedenti a livello mondiale, ma sono anche molto impegnati per le campagne e le nostre comunità. Noi dobbiamo semplificare le nostre procedure e ridurre la burocrazia. Ci dobbiamo evolvere al modello «taglia unica», che applica le stesse norme a tutte le dimensioni aziendali e a tutte le forme economiche. »

 

Chi se ne occupa

Temi correlati

IED YDE